15/08/2020 - DAL PRESIDENTE



"Nel mezzo delle difficoltà, nascono le opportunita' "

A. Einstein


Questa frase non ha bisogno di commenti.

Ognuno può farla propria o dire semplicemente "bellina" e girarsi dall'altra parte.

I questi tempi così duri e difficili per tutti, la FIPL non si è girata dell'altra parte ma ha combattuto per riorganizzarsi e ripartire cercando in queste difficoltà, le opportunità per avere una visione di se ancora piu' profonda ed incisiva sopratutto nei confronti di tutti quelli che si riconoscono nella prestigiosa sigla FIPL.

E di questo dobbiamo essere grati e riconoscenti all'infaticabile opera di Laura Locatelli e Luciano Bertoletti.


La Mission,

La FIPL ha una mission ben chiara ed elementare: organizzare e diffondere la pratica del powerlifting, seguendo le regole tecniche dell'IPF ed applicando integralmente il protocollo WADA.


La Vison

La Vision, cioè il piu' ampio orizzonte e respiro che coinvolgono l'attività della FIPL, si basa sulla diffusione e protezione di alcune peculiarità proprie in maniera assoluta e totale della FIPL, per questo imprescindibili, e sulle quali non tratteremo mai con nessuno.

1) La dignità assoluta del powerlifting come sport;

2) La dignità assoluta di ogni Atleta della FIPL nei confronti di ogni altro Atleta di ogni sport, maggiore o minore che sia:

3) La dignità Assoluta dei tecnici della FIPL, nei confronti di ogni altro Tecnico di ogni sport, maggiore o minore che sia;

4) l'altissimo profilo tecnico del Corpo Abitrale della FIPL, che non trova uguali in Italia;

5) lo spirito di squadra che anima ogni società affiliata alla FIPL.

6) il valore assoluto e non riscontrabile in Italia in qualsivoglia ambito, dei Corsi Istruttori tenuti in cooperazione con l'AIF.

L'essenza di questa Vision e la potenza con la quale la FIPL persegue la propria Mission, trovano un'ideale luogo di fusione nel PalaFIPL.

Ognuno di noi, entrando nel PalaFIPL deve sentire dentro di se forte e distinto il "richiamo della foresta" e sentire forte e distinto il sentimento "si, anche io sono della FIPL".

Ogni vite, ogni centimetro di cavo ottico o elettrico, ogni pixel dei megascreen, ogni mega di upload o downaload del nostro sistema di ripresa, ogni byte del programma che gestisce le gare, ogni grammo dei pesi o centimetro dei bilancieri, sono integralmente "nostri".

Ogni centesimo di euro delle nostre iscrizioni è riversato in tutto quello che trova realizzazione nel PalaFIPL, nell'assistenza in pedana (il grazie ai ragazzi dello staff di assistenza non sarà mai tanto grande), nei test anti doping e nel costante aggiornamento di attrezzature, spazi comuni, sistemi di ripresa e aggiornamenti del programma di gara.



In questi momenti di difficoltà nei quali tutte le Federazioni sportive o battono in ritirata o chiedono aiuto al CONI, la FIPL va avanti da sola con le proprie forze e senza chiedere elemosine a nessuno.

La FIPL va avanti, spinta dal vento impetuoso della propria visione del powerlifting e dall'entusiasmo di tutti noi.

Sono in fase di avanzata progettazione:

1) il posizionamento di altre 6 pedane di cui una riservata unicamente alle "altezze" ;

2) il posizionamento di una telecamera dedicata alla zona riscaldamento, in maniera tale che chi assiste da casa alle gare possa avere uno sguardo d'insieme del PalaFIPL;

3) l'individuazione di tutte le procedure di sicurezza atte alla ripresa dell'attività agonistica, come sarà poi disciplinato dal Governo.

Per il completamento delle pedana sarà necessario attendere che ER equipment ed Eleiko siano in grado di procedere alle spedizioni del materiale richiesto. Ci vorrà del tempo, ma il progetto sarà completato "whatever it takes".

Ora dobbiamo contare solo su di noi.

Nel momento in cui si avranno piu' certezze, la Segreteria diffonderà il Calendario per il 2020 .

Ognuno di noi ha toccato con mano le difficoltà e gli orrori di questo periodo. La nostra speranza è che la FIPL possa essere stata una piccola ma forte luce, nel buio che ci ha attanagliato per tanto tempo.

Sappiamo che c'è tanta ansia di tornare alle gare, di tornare nel nostro PalaFIPL.

E noi ci saremo.

Pronti, come sempre.

La nostra annata sportiva si è interrotta bruscamente con gli Europei Master, nei quali Sara Del Duca ha fatto suonare l'Inno d'Italia, ultima ed unica Atleta Italiana per il 2020, in tutti gli sport.

Sonia Parlanti ed Antonietta Orsini stanno organizzando una serie di interviste per le Atlete e gli Atleti della FIPL.

Non saranno le solite interviste su "come ti alleni?" ma si cercherà di avere un'idea di come ognuno di noi organizza il proprio tempo, coniugando i problemi familiari con la passione smisurata per la FIPL ed il nostro amato sport.

Voglio ringraziare di cuore e con grandissimo affetto i Consiglieri Federali Ivano Giusti, Giovanni d'Alessandro, Fabio Nadotti, Monica de Paoli , Maria Pia Moscianese , Alessandro Favorito unitamente al Vice Presidente Ado Gruzza .

Ringrazio tutti gli Arbitri che ci hanno dato sempre modo di gareggiare garantendo serenità ed equità di giudizio. A loro va la mia totale solidarietà per i rari casi di contestazione Lo sport è anche accettare serenamente e senza acrimonie il giudizio di chi ha il pesante compito di ...giudicare.

Un abbraccio grande e forte come il mare alla carissima ed unica Betty.

Mi auguro che voglia essere la nostra indispensabile e preziosa compagna di viaggio, ancora per tanto tempo.

La FIPL è ognuno di noi, e ognuno di noi "è" la FIPL!

Forza ragazzi!

Il Presidente

Sandro ROSSI

<<-- Torna Indietro