14/04/2024 - Report Campionati Europei Master Classic a cura di CARLO ALBERTO BONOMELLI



CAMPIONATI EUROPEI MASTER CLASSIC

La prima spedizione azzurra del 2024 si è conclusa con grande successo, il bottino finale è stato molto cospicuo; i nostri master hanno collezionato:
12 medaglie di totale: 8 ori, 2 argenti e 2 bronzi
33 medaglie di specialità: 16 ori, 11 argenti e 6 bronzi
4 trofei Assoluti individuali: 1’ Assoluto Femminile M3 e M4, 2’ Assoluto Femminile M1, 3’ Assoluto Femminile M2
2 trofei Assoluti a Squadre: 3’ nazionale Maschile M1, 1’ nazionale Femminile M4
7 record internazionali, di cui 6 Mondiali, 1 Europeo e ben 17 record italiani.
Numeri altisonanti a riconferma del fatto che il movimento Master Italiano è di altissimo livello.

Nel dettaglio:
il lunedì ha aperto le danze Sara Del Duca vincendo la -76 M4 e l’Assoluto M4, con 3 ori di specialità, centrando il World Record di Panca, Stacco, Totale e il Record Europeo di Squat.

A seguire Marzia Girardi vince la -52 M3 e l’Assoluto M3, collezionando 2 ori di specialità in Squat e stacco e un argento di Panca.
Vincenza Panacui, all’ esordio internazionale, arriva 4’ nella -57 M3 vincendo un oro di specialità nello Stacco.

Chiude il primo giorno di gare Elena Borgatti vincendo la -47 M2, classificandosi 3’ nell’ Assoluto M2, con 3 ori di specialità, 3 World Record: Squat, Stacco e Totale; e il record italiano di Panca.

Nel secondo giorno di gare altre due medaglie di totale: Francesca Brembilla si classifica 3’ nella -63 M2, con un argento di Squat e un bronzo di Stacco. Maurizio Buscarini si conferma Campione Europeo nella - 105 M3, vincendo l’argento nella specialità dello Squat, Record Italiano, e l’oro di Stacco.

Il terzo giorno di gare vede Francesco Ieraci, anche lui all’esordio azzurro, arrivando 2’ nella -83 M2, centrando un Record Italiano di stacco e due bronzi di specialità in squat e stacco.

Il giovedì è il turno delle nostre M1, Barbara Deidda diventa Campionessa Europea nella -47 M1 con 2 ori di specialità: squat e stacco, un argento di panca e il nuovo record Italiano di totale.

Luisa Arienta diventa campionessa Europea nella -52 M1, con due ori di specialità, squat e stacco, siglando il nuovo record italiano di stacco e la medaglia di bronzo di Panca.

A seguire Domenico Zaino, nella -105 M2, si classifica 4’ sfiorando il podio veramente di un soffio, per un errore tecnico in terza prova di stacco.
Nel quinto giorno di gare scendono in pedana i nostri M1, Christian Mameli diventa Campione Europeo nella -66 M1, con tre medaglie di specialità: argento di squat, bronzo di panca e oro di stacco.

Claudio Forti si classifica 4’ nella -74 M1, centrando un nuovo record italiano di Squat e una medaglia d’argento di specialità nella panca.
A seguire il nostro porta bandiera Massimiliano Buccioni si classifica 2’ nella -83 M1, due medaglie d’argento di specialità in Squat e panca, e un bronzo di stacco.

Nel pomeriggio esordisce in nazionale Allegra Romussi, che diventa Campionessa Europea nella -63 M1, classificandosi 2’ nell’ Assoluto M1, chiude con un argento di squat, un oro di stacco, 4 record italiani, sfiorando di mezzo chilo il Record Europeo di totale.

L’ultimo giorno di gare dei nostri azzurri vede Alessandro Cuoghi e Pietro Bernardi gareggiare nella -93 M1.
Il primo, ormai atleta storico della nazionale, esordisce nella nuova categoria centrando subito la medaglia di totale, classificandosi 3’ sul totale e vincendo l’argento di Panca, siglando il nuovo Record Italiano di Squat.

Pietro all’esordio internazionale, si classifica 9’ sul totale, vincendo l’argento di Stacco e siglando il nuovo Record Italiano di specialità.
La squadra maschile M1 si classifica 3’, dando continuità ai risultati degli ultimi anni, confermandosi tra i migliori Team Europei.

Grandi risultati anche dalla Nazionale Master, ulteriore riconferma del grande lavoro sul territorio in primis della FIPL, dei tecnici, di tutti gli addetti ai lavori e degli Atleti, la Nazionale Italiana è forte in tutte le sue squadre.

Carlo Alberto Bonomelli – Head coach

<<-- Torna Indietro